Shedonism Illustrated | Irene Rinaldi

Irene Rinaldi – Yoirene è un’illustratrice romana che nel suo studio/casa del Pigneto interpreta secondo il suo stile e attraverso il suo segno le più disparate realtà, attraverso un lavoro creativo e soprattutto artigianale che la porta a confrontarsi continuamente con tecniche e strumenti di stampa. Attiva come freelance per svariate aziende e realtà editoriali – di recente ha illustrato per Editori Riuniti “Favole per bambini artisti” e “Favole per bambini mannari” all’interno della collana “l’Enciclopedia della Favola di Gianni Rodari”- e in continua ricerca di stimoli e soggetti per piccole edizioni interamente autoprodotte.

SHDNSM: I tuoi lavori mostrano una certa versatilità, collabori con brand, editoria per l’infanzia, addirittura hai sviluppato un progetto grafico per Greenpeace. Qual è il campo d’azione che preferisci?

Irene: Mi piace molto lavorare nell’editoria per l’infanzia, ma non riesco a dire che sia il campo che preferisco, mi piace applicare il mio stile e le mie capacità a diversi progetti e questa sfida e la possibilità di cambiare tono pur mantenendo un mio linguaggio e quello che mi piace del lavoro di illustratrice.

SHDNSM: Qual è lo strumento da disegno al quale sei più affezionata?

Irene: Lo strumento a cui sono più affezionata è la sgorbia (particolare tipo di scalpello con la lama sagomata in varie fogge, ndr) ovvero lo strumento che si usa per incidere il linoleum e il legno. La matita però rimane il mio primo amore.

SHDNSM: Stampi gran parte delle tue opere in prima persona. Che metodo usi?

Irene: Stampo i miei lavori con un piccolo tirabozze o un torchio calcografico. Le grafiche vengono incise su linoleum, questo significa che il disegno viene creato scavando sulla matrice di linoleum, le parti diventano il bianco del disegno, mentre la parte che rimane in rilievo è il nero, il pieno. É una tecnica basata sul segno, anche le sfumature vengono rese attraverso il segno e non attraverso il colore, è una tecnica estremamente grafica e di sintesi, che vive di contrasti netti e forme nette.

SHDNSM: Che rapporto c’è tra illustrazione e arte?

Irene: L’illustrazione è la creatività utilizzata per comunicare e visualizzare un messaggio, l’illustratore è sostanzialmente un interprete. Arte è riflessione e indagine sul mondo, sul linguaggio e sulla creatività stessa. L’illustrazione spesso prende spunti e si nutre di quello che succede nel mondo dell’arte, così come ci sono generi artistici che partono proprio dall’esperienza dell’illustrazione e del fumetto, quindi formalmente il rapporto tra le due è decisamente stretto.

SHDNSM: Ti calza di più la definizione di artista, illustratrice, o addirittura artigiana, vista la manualità che richiede stampare?

Irene: Illustratrice, che usa tecniche artigiane per una parte del suo lavoro.

SHDNSM: Due nomi: un illustratore che segui e uno che ha inciso sulla formazione del tuo gusto.

Irene: Seguo tantissimi illustratori , la ricerca continua e l’aggiornamento giornaliero di quello che succede nel mondo dell’illustrazione dell’arte e del design fa parte del mio lavoro, quindi ogni giorno seguo tantissimi blog dedicati; è questa pratica quotidiana che ha formato il mio gusto.

SHDNSM: Quali progetti hai in corso e quali nel cassetto?

Irene: Progetti in corso molti, in particolare sto lavorando a nuove autoproduzioni, alcune delle quali in collaborazione con altri amici illustratori, come ad esempio un piccolo libretto a quattro mani con Alessandra De Cristofaro.

SHDNSM: Quale domanda sul tuo lavoro vorresti che ti facessero in un’intervista, e qual è la risposta?

Irene: Mi piacerebbe mi chiedessero quale è la mia giornata lavorativa tipo, questo perché fatico spesso a spiegare e far capire ad amici parenti e clienti quanto il mio lavoro sia impegnativo. Il lavoro di illustratore/ disegnatore/ creativo significa grande concentrazione, ricerca, fatica mentale, ma anche burocrazie, liste infinite di mail da mandare e a cui rispondere a altre pratiche noiose e alienanti che lasciano solo un piccolo spazio alla parte creativa e divertente. Insomma la fatica è fatica.

Tags: , , , , ,

Trackbacks/Pingbacks

  1. 64 kamasutra artbook | A letto con gli illustratori | Shedonism - 25/02/2014

    [...] dinner, ma per la selezione di mani nazionali ed internazionali (tra cui riconoscerete quelle di Yoirene e Eleonora Antonioni) che hanno espresso con tecniche, stili e ispirazioni differenti lo stesso [...]

  2. SanBa 2014 | L’arte si fa urbana | Shedonism - 07/05/2014

    [...] Von Neumann sono stati coinvolti in laboratori creativi. Con l’aiuto di artisti e designer – Irene Rinaldi, Orizzontale e Ilaria Creta alla cattedra- hanno scoperto e sperimentato il muralismo espanso, [...]

  3. Clodomiro by Olimpia Zagnoli | Design e Eros | Shedonism - 02/12/2014

    [...] piace presentare i primi passi delle nostre illustratrici d’Italia preferite e le loro non conventional produzioni artistiche, ma nel caso di Olimpa [...]

Lascia un commento