Skullcandy e le cuffie “Grind” | Sound potente con tecnologia a portata d’orecchio

Alzi la mano chi pensa che l’unico modo per reggere  il tragitto casa-lavoro sui mezzi, in macchina in bici, abbia un solo antidoto: la musica. Che sia la radio, il nostro podcast preferito o la playlist già pronta di Spotify, poco ci aiuta a reggere i brutti momenti e a gustare i belli come un’ ottima colonna sonora. Ma questa magia spesso viene rovinata da cuffiete scadenti, rumori di sottofondo metallici e chiacchericcio insistente.

Per isolarsi e godersi i migliori beat in circolazioni ci sono le cuffie Skullcandy, che a differenza dei concorrenti hanno un prezzo piccolo a disposizione di qualsiasi tasca e un livello tecnico da amanti del settore tech-sound.

Le cuffie Grind sono la novità, quelle che la tua collega o amica ancora neanche ha visto in vetrina. Sviluppate, perfezionate e testate nella sede centrale di Skullcandy a Park City, le nuove cuffie Grind presentano un design semplice eppure iconico. L’intero team di sviluppo di Skullcandy ha progettato le cuffie in modo da focalizzarsi su caratteristiche fondamentali che fanno la differenza: driver di elevata tecnologia per un audio di massima qualità e materiali leggeri ma di pregio.

Perfette per sentire le tue serie preferite in lingua originale senza la confusione dei tuoi coinquilini, e poco propense a schiacciarti le orecchie anche dopo ore che le indossi, queste cuffie Grind hanno altre utilissime capacità: l’innovativa tecnologia TapTech™ sul padiglione sinistro che regala all’utente il pieno controllo dell’audio e delle chiamate con il semplice tocco di un pulsante; e naturalmente i tipici bassi potenti, le voci naturali e gli acuti cristallini trasmessi a pieno volume attraverso il potente custom REX40™ driver. Se corri in palestra avrai il ritmo giusto anche durante una telefonata improvvisa!

Il prezzo è da 49,90 euro, e se odi i cavi che si attorcigliano, con le Grind puoi anche staccarli e metterli da parte in ordine… in attesa del prossimo viaggio in treno o allenamento!

 

 

Tags: , ,

Lascia un commento